Aprire-11

Aprire la struttura personalizzata

L’Open Up è la bici di riferimento per tutti coloro che amano la ghiaia in fuoristrada e altrettanto su una bici da strada. La Open Up è la bici che attualmente preferisco guidare. Non importa se le corse d’avventura come il Dirty Kanzelled o le corse a velocità di gara. Nel 2020 ho accumulato più di 10.000 chilometri e me li sono goduti tutti.

Circa un anno fa mi sono trovato di nuovo di fronte alla stessa decisione. Che tipo di moto vorrei guidare dopo. Il mio Müsing Aviator Carbon aveva già due anni. Anche se non l’ho cavalcata molto, ho voluto almeno prendere velocità. Dovrebbe avere freni a disco e almeno 28 millimetri pneumatici larghi ho anche voluto guidare. Dovrebbe essere abbastanza sportivo per giri veloci su strada e anche convincermi otticamente (questa era probabilmente la cosa più difficile). Allo stesso tempo ho avuto sempre più vento della tendenza alla ghiaia. Soprattutto nella mia regione di allenamento, con le Ardenne belghe, il Mergelland olandese e l’Eifel tedesco alle porte, questo era molto allettante. Anche se ho giocato con l’idea per qualche tempo, alla fine non dovrebbe essere a due ruote, ma una versatile.

Mi sono subito entusiasmato per la squadra Swiss Open intorno a Andy Kessler e Gerard Vroomen. Mi è stato subito chiaro che stavano costruendo esattamente la moto che stavo cercando. Un telaio in carbonio di alta qualità progettato per l’uso con freni a disco e un sacco di spazio per i pneumatici. L’Open Up è disponibile in due versioni di base. La Standard-Up, disponibile in verde, blu o vernice personalizzata, che probabilmente già supera la maggior parte delle biciclette con il suo telaio in carbonio di alta qualità, e la Open Upper. Questo è poco meno di 180 grammi più leggero e non offre restrizioni in confronto, ma è anche notevolmente più costoso. L’Open Upper è disponibile in nero opaco o verniciato su misura.

Con il suo linguaggio e le sue linee classiche, il design mi è piaciuto immediatamente. Cercando qualcosa di individuale ho deciso di andare per la variante RTP (Ready-to-Paint) e una tonalità di grigio.

La struttura del mio Open Up

Sono stato in grado di decidere rapidamente i componenti per il mio open up.

  • Aprire la cornice di vernice personalizzata (L)
  • Gruppo cambio/freno SRAM Force 1
  • Easton EA90 Cinch crank
  • Ingranaggio Easton Cinch Direct Mount (46T)
  • Ruote Zipp 30 Course con Conti GP5000 in 28mm per la strada
  • Ruote Hope Tech XC 27.5 con WTB Byway 47mm per Gravel
  • Manubrio Zipp Service Course, attacco e nastro bar CX
  • Reggisella Thomson
  • Favero Assioma Duo Pedal Power Meter

Come unità principale uso il computer da bicicletta Wahoo Elemnt Bolt in combinazione con il K-Edge Pro Combo Mount. A mio parere, questo sembra di qualità molto più alta rispetto ai portamanubri di plastica forniti dal produttore (sia Wahoo che Garmin) ed è anche abbastanza pratico. Sotto il computer da bicicletta c’è anche un supporto per GoPro. Questo permette di montare non solo una telecamera ma anche una lampada quando fa buio in modo facile e ordinato. Questo dà alla cabina di pilotaggio un aspetto pulito e ordinato.

Open Up 8
Computer da bicicletta e GoPro o lampada alloggiati – quando si acquista un nuovo computer da bicicletta con un sistema di montaggio diverso, è sufficiente sostituire l’inserto corrispondente (attualmente blu)

Accanto ho aggiunto una campana Knog Oi nera. Molti atleti sono stati conosciuti per rinunciare ad attaccare una campana, ma questo modello mi ha conquistato. È poco appariscente e quindi non distrugge l’aspetto generale della mia moto. Ma soprattutto nei tour su ghiaia, quando ci si trova sui sentieri belgi di Ravel o sulla Vennbahntrasse, si incontrano spesso camminatori che preferiscono suonare il campanello a un forte “Fate largo!” o a un amichevole “Scusate?

Sono stato molto soddisfatto del gruppo di cambio SRAM Force 1 durante l’anno scorso. La classica cassetta XX1 a 11 velocità di SRAM ha 10-42 denti, e mi offre, anche con la corona grande da 46 denti, una varietà di traslazione sufficiente per i lunghi tour su ghiaia. Riesco a salire abbastanza bene anche su salite ripide e ho una trazione più che sufficiente per spingere una velocità elevata sui tratti in piano e in discesa. Naturalmente, dipende sempre dal proprio livello di forma fisica con cosa si può fare bene.

Il mio set di ruote da strada ha pignoni con 11-36 denti. Per il touring, l’allenamento invernale e le corse di gruppo rilassate, penso che sia l’ideale perché ha una manutenzione molto bassa. In salita si possono raggiungere i propri limiti con questo. Soprattutto nella zona di Aquisgrana che comprende le Ardenne da Liegi-Bastogne-Liegi e il Mergelland con le salite dell’Amstel Gold Race, è per lo più in salita o in discesa. Quindi consiglierei ai più di andare con una corona più piccola con solo 44, 42 o anche 40 denti. In alternativa, è possibile utilizzare la stessa cassetta della ghiaia.

Per la prossima stagione, probabilmente convertirò la moto di nuovo a una trasmissione a 2 velocità. Qui mi interessa soprattutto un uso ancora migliore come bici da strada anche per giri veloci. Sentitevi liberi di lasciare raccomandazioni nei commenti.

Misurazione della potenza sul mio Open Up

Per il misuratore di potenza ho deciso di andare con il Favero Assioma. Sicuramente un compromesso su questa moto. Perché il sistema di pedali Look Keo associato non è il mio migliore amico, soprattutto nei tour su ghiaia, dove a volte devi scendere. Per il futuro, penserò sicuramente di passare all’SRM X-Power.

Impostazione personale di Open UP

Attualmente uso la mia Open Up con uno stelo da 110 mm e una lunghezza della pedivella di 170 mm. Sotto lo stelo attualmente si trova un distanziatore. Tuttavia, sto ancora ottimizzando la posizione di seduta di tanto in tanto.

Ho scelto il manubrio con in mente i chilometri di strada senza molto stile. Se si guida principalmente su sentieri di ghiaia, si potrebbe certamente optare per un abitacolo leggermente più largo e quindi più controllabile qui. Il nastro manubrio Zipp Service Course CX è il mio preferito per la presa, il comfort e la durata. È leggermente perforato, non troppo sottile, quindi è giusto per i miei scopi.

Le gabbie per le bottiglie sono in acciaio inossidabile King Cage. Finora non ho perso una bottiglia sui ciottoli più ruvidi e non lascia alcun segno antiestetico sulle bottiglie.

A seconda del set di ruote, questo mi dà un peso di 8,0 kg in configurazione stradale o 8,75 kg in configurazione gravel (compresi i pedali, il portaborraccia e il supporto del manubrio).

Cos’è l’Open Up?

La Open Up è una bicicletta versatile. A seconda del pneumatico è adatto a strada, croce o ghiaia. La compatibilità dei pneumatici va da quelli stretti da strada (23 mm) a quelli per tutte le strade e la ghiaia in 40 mm, su ruote da 28 pollici. La Open è anche progettata in modo da poterla utilizzare con ruote 650B e pneumatici corrispondenti. La compatibilità arriva fino a una larghezza di 55 mm.

La geometria offre un compromesso ideale. È comodo come deve essere per lunghe passeggiate su strada o su ghiaia di 200 chilometri o più. Il rigido telaio in carbonio rimane sportivo e agile. Gli sprint e le discese veloci sono ugualmente divertenti e possono essere completati in sicurezza.

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *