Maratoneta su strada buia

Progetto Maratona – Giorno 1

Poco più di una settimana fa, mio fratello mi ha detto che vuole correre una maratona virtuale alla fine di ottobre. Naturalmente non mi lascerò sfuggire l’occasione e mi unirò al progetto. Così oggi, per la prima volta dopo tanto tempo, mi sono allacciata le scarpe e sono andata ad allenarmi.

Dato che il tutto dovrebbe essere una sfida, mi sono posto un obiettivo, naturalmente. Vorrei correre i 42 chilometri in meno di 4 ore. Questo corrisponde a un ritmo di 5:41 minuti per chilometro.

Io e la corsa

Ma prima, un po’ di informazioni in anticipo. In realtà sono sempre stato un corridore. Da bambino ero nel club di atletica leggera. Mentre tutti gareggiavano nel triathlon (in cui non ero molto bravo), mi sono sempre piaciuti di più gli eventi di resistenza. Quindi non c’è da stupirsi che mi si possa vedere più tardi alle gare e alle corse di beneficenza. Ma l’ultimo evento del genere risale a qualche tempo fa. 2016 per essere esatti.

Fitness nella preparazione della maratona

Da quest’anno, segnato dalla crisi di Corona, porto con me un po’ di fitness. Sono stato sulla moto per ben 10500 chilometri da febbraio. Numerosi tour con più di 200 chilometri, la prima volta 300 chilometri in un giorno e al Dirty Kanzelled anche 200 chilometri sulla bici di ghiaia probabilmente mostrano abbastanza resistenza di base.

Maratona: il primo allenamento

Il 3.9., quindi appena due mesi prima della maratona prevista, stavo correndo di nuovo per la prima volta dopo molto tempo. Dotato del mio orologio fitness Garmin ho deciso di correre solo per un’ora.

Senza prestare molta attenzione ai numeri, volevo scoprire quanto veloce posso correre attualmente.

Dopo il primo allenamento devo dire che sono relativamente soddisfatto. Avevo un ritmo medio di 5:21 minuti per miglio, che era più veloce di quello che avevo pianificato per la maratona. Questo significa che ho fatto 12 chilometri in poco più di un’ora. La cosa più importante è che ero senza dolore e molto stabile sulla strada.

Curva della frequenza cardiaca nell'allenamento della maratona
168 colpi in media, 185 massimo

La mia frequenza cardiaca era in media di 168 battiti al minuto. Considerando la mia esperienza ciclistica, questo mi mette 10-15 colpi sotto la mia soglia. Ho registrato questo con un Forerunner 935 e il sensore di frequenza cardiaca integrato al mio polso. Uso l’orologio anche per corse su ghiaia e mountain bike e ne sono sempre stato molto soddisfatto.

Le tracce della prima unità

Naturalmente, il primo allenamento non è passato senza lasciare traccia. Il ciclismo e la corsa sono fondamentalmente diversi in termini di sequenza di movimenti e i muscoli delle gambe sono sfidati in modi diversi. Soprattutto con la bici da strada si completano lunghe unità con molta calma e con una sequenza di movimenti molto rotonda. È abbastanza facile per le articolazioni.

La corsa è una storia diversa. Soprattutto da persona non addestrata, la sequenza di movimento è spesso piuttosto sbilanciata. Non solo è una perdita di energia, ma mette anche a dura prova le ginocchia, le caviglie e le cosce. Quindi non posso negare che la sera mi ha pizzicato la coscia, il ginocchio o il polpaccio una o due volte.

Prospettive di formazione

Il mio obiettivo per le prossime settimane sarà quello di abituare il mio corpo al carico di lavoro notevolmente diverso. Ciò significa che lascerò la moto almeno due volte a settimana e comincerò a raccogliere chilometri a piedi. Una volta che le articolazioni, i muscoli e i tendini si sono abituati alla sequenza dei movimenti, sessioni leggermente più specifiche dovrebbero poi garantire il raggiungimento del mio obiettivo.

Tutto sommato, oggi sono molto fiducioso di poter raggiungere il mio obiettivo. Dato che sicuramente diventerò sempre più lento nel corso della lunga durata della maratona virtuale, è bene sapere che posso iniziare un po’ più velocemente del necessario e creare così un cuscinetto di tempo per me stesso.

Se hai mai corso una maratona, lasciami qualche consiglio per l’allenamento e il giorno della gara nei commenti.

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter

Informazioni su grandi offerte, nuovi prodotti e post del blog.