Misuratore di potenza della manovella

Filtro prodotti :

Produttore
Wählen Sie einen Hersteller
Prezzo del prodotto
3602.500

Misuratore di potenza a manovella – l’inizio di una nuova era
Con l’invenzione del misuratore di potenza a manovella è iniziata l’era della misurazione permanente della potenza nel ciclismo. Questo ha portato a una forma completamente nuova di controllo dell’allenamento nel ciclismo. In precedenza, veniva misurato solo il polso dell’atleta e quindi lo stress sul corpo. Con un misuratore di potenza a manovella era ora possibile misurare esattamente il carico.

Questo è un enorme vantaggio, perché l’impulso è influenzato da molti altri fattori oltre al carico (ad esempio la temperatura esterna, l’equilibrio dei fluidi, la fatica, ecc…) ed è quindi solo condizionatamente adatto al controllo del carico. Tuttavia, la frequenza cardiaca (pulsazioni) è ancora molto utile come informazione aggiuntiva oltre alla potenza in watt.
SRM
Nel 1986 SRM ha sviluppato il primo misuratore di potenza. Oggi, l’SRM è ancora un grande nome in questo campo ed è considerato da molti lo standard per la precisione di misura in un sistema.

I misuratori di potenza a manovella misurano i valori di forza con sensori nella o sulla manovella. Questo può essere fatto su un lato o su entrambi i lati. Un grande vantaggio di questi sistemi è che la distribuzione delle forze durante una rotazione può essere analizzata sia nella fase di compressione che in quella di tensione.
Quarq
Un altro grande produttore di misuratori di potenza a manovella è Quarq. Quarq è nato per necessità nel 2006, quando Jim Meyer non era soddisfatto di nessuno dei misuratori di potenza disponibili all’epoca. Dato che è sempre stato un uomo d’azione, ha deciso di inventare semplicemente un misuratore di potenza da solo.

Nel 2008 sono stati inviati i primi misuratori di potenza. Nel 2011, Quarq ha ampliato la sua piattaforma diventando parte di SRAM LLC. Con avevano più risorse a disposizione. Oggi, Quarq produce ancora misuratori di potenza, per esempio il loro ultimo modello il DZero, che ha richiesto 10 anni di sviluppo.
Ergomo
Nel frattempo, c’era un altro produttore di sistemi di misurazione a manovella, Ergomo System.

Il sistema Ergomo si trova nel movimento centrale e trasmette i dati via cavo a un display.

Un segnale pulsante è stato generato creando delle barriere di luce sugli assi destro e sinistro in base alla loro velocità di rotazione. Questo segnale è stato poi convertito in potenza. Ai suoi tempi, il sistema Ergomo era molto preciso e forniva i dati rapidamente e chiaramente sul display. Tuttavia, il montaggio era complesso e possibile solo con l’aiuto di strumenti speciali. Inoltre, il processo di reset, inevitabile prima di ogni nuovo viaggio, richiedeva molto tempo. I sistemi Ergomo non vengono più prodotti.
Fasi
Alla Stages, i misuratori di potenza sono fatti con bracci di pedivelle convenzionali di Shimano, Campagnolo, Cannondale, FSA e altri. Incollando un estensimetro e un circuito stampato, è possibile misurare la potenza. Il resto del misuratore di manovella viene poi aggiunto. I dati possono essere facilmente riprodotti su un computer da bicicletta tramite ANT+ o Bluetooth.

Oltre a Stages, molti produttori hanno adattato questa tecnologia e offrono misuratori di potenza a manovella molto simili. Con Wattteam c’era addirittura un produttore in questo settore che offriva solo l’unità di misura del powermeter come un kit di retrofit per la manovella esistente.

Newsletter

Informazioni su grandi offerte, nuovi prodotti e post del blog.