Resistenza di base

La resistenza di base è la capacità di eseguire qualsiasi carico, che copre molti gruppi muscolari e che è collegato in modo ottimale a una prestazione specifica, per un lungo periodo di tempo (cfr. Nabatnikova 1974, Martin 1977).

Si fa una distinzione tra la resistenza di base 1 e 2 (GA1 / GA2).

L’allenamento GA1 è usato inconsciamente in quasi tutti gli sport. È deliberatamente usato principalmente da corridori, ciclisti e canoisti da corsa. Poiché l’intervallo di potenza è ben al di sotto della soglia anaerobica, la formazione di lattato è molto bassa. Nel ciclismo, l’output di potenza per l’allenamento GA1 è nell’intervallo dal 50 al 77% di IANS. Le sessioni di allenamento possono durare da 3 a 8 ore. L’obiettivo è la formazione di nuovi mitocondri nei muscoli. Questi funzionano come “centrali energetiche”.

L’allenamento GA2 è leggermente superiore, ma anche sotto la soglia anaerobica. La formazione GA2 è tipicamente incorporata per 1-1,5 ore all’inizio di una sessione GA1. La frequenza cardiaca è il 70-80% del polso massimo. La performance è del 77-90% di IANS. L’obiettivo è la capillarizzazione (miglioramento della rete vascolare).

Condividi questo post